Itinerario di 14 giorni tra Lanzarote e Fuerteventura: tappe, organizzazione e consigli vari

Itinerario di 14 giorni tra Lanzarote e Fuerteventura: tappe, organizzazione e consigli vari

7 febbraio 2022

Siamo a metà novembre quando scopro che il nostro viaggio in Israele potrebbe saltare causa COVID. Il paese ha chiuso le frontiere, i viaggi turistici sono sospesi e mi ritrovo a pensare come, ma soprattutto dove, trascorrere le due settimane di ferie invernali, le uniche fino al prossimo agosto.

L’idea di andare alle Canarie mi frullava già da un paio d’anni, ma mancava sempre il tempo o l’occasione giusta… finché un contrattempo e un po’ di fortuna non mi hanno fatta scegliere Lanzarote e Fuerteventura come meta di questo viaggio di due settimane on the road. 

In questo articolo racconto di come ho preparato questo viaggio, di tempistiche, spese e tutti i consigli che penso possano essere utili a chiunque si appresti a visitare queste isole vulcaniche dalla sabbia finissima e le acque paradisiache a poche ore di volo dall’Italia.

Spero vi sia utile e vi faccia venire voglia di imbarcarvi sul primo volo!

Isole Canarie: quando andare

Le Canarie sono il posto ideale dove andare a “invernare”, come si suol dire, ovvero dove passare il freddo inverno del continente europeo, aspettando la primavera. Queste isole dell’Atlantico a poca distanza dal Marocco godono di un clima mite tutto l’anno con estati molto calde, ma piacevoli ed inverni un po’ piovosi, ma mai rigidi. In inverno il clima si aggira attorno ai 20°C, ma non va mai sotto i 10°C e non supera i 26°C. Lanzarote si è rivelata più nuvolosa e abbiamo trovato un paio di giorni di pioggia, ma il 24 dicembre siamo persino riusciti a fare il bagno. 
Fuerteventura è un’isola più torrida e ventosa, noi abbiamo trovato 6 giorni di sole con un cielo azzurro senza mai una nuvola.

Caleta de Famara, Lanzarote
Caleta de Famara, Lanzarote
Playa de Sotavento de Jandía, Fuerteventura
Playa de Sotavento de Jandía, Fuerteventura

Come arrivare e come spostarsi

Sia Lanzarote che Fuerteventura sono servite dalle maggiori compagnie low cost. I due aeroporti si trovano rispettivamente ad Arrecife e a Puerto del Rosario.

Il modo migliore per spostarsi alle Canarie è noleggiare un auto. In alternativa, ci sono degli autobus che collegano le diverse cittadine e mete più turistiche, ma rischiano di portare via molto tempo. Noi abbiamo noleggiato l’auto direttamente all’Aeropuerto César Manrique di Arrecife, in quanto abbiamo portato la macchina con noi a Fuerteventura col traghetto (ma ci torneremo dopo).

La compagnia più conosciuta e col migliore rapporto qualità/prezzo è Cicar (o Cabrera Medina, le due compagnie si sono fuse diversi anni fa). La nostra esperienza è stata nel complesso positiva. Dal sito avevamo noleggiato una macchina ibrida, ma quando siamo arrivati ci è stato detto che avremmo avuto un "upgrade", abbiamo quindi ricevuto una macchina migliore in termini di prestazioni, ma non ibrida, cosa che ci ha penalizzati dal punto di vista di costo del carburante. Non è stato necessario inserire una carta di credito al momento dell’ordine, ma non abbiamo potuto pagare in contanti, cosa che era stata espressamente menzionata sul sito. 

Il modo più facile e veloce per viaggiare tra le due isole è prendere il traghetto: da Playa Blanca a Corralejo ci vogliono solo una trentina di minuti e le due compagnie che offrono questo servizio con la possibilità di imbarcare l’auto sono Naviera Armas e Fred Olsen.

Guida alle Isole Canarie
Guida alle Isole Canarie
La Lajita, Fuerteventura
La Lajita, Fuerteventura

Itinerario di 14 giorni tra Lanzarote e Fuerteventura

Ho descritto l’itinerario dettagliato a Lanzarote e Fuerteventura in questi articoli: Cosa vedere a Lanzarote, l'isola vulcanica dalle acque cristalline e Una settimana a Fuerteventura: spiagge infinite, onde gigantesche e paesaggi marziani.

Ecco qui uno schema generale di quello che ho fatto in circa due settimane in queste due isole:

Giorno 1

Arrivo ad Arrecife (Lanzarote) in mattinata, pranzo al Restaurante Amanecer ad Arrieta e pomeriggio ad Haría (cittadina in cui alloggiamo).

Giorno 2

Visita al Mirador del Río, Jameos del Agua, Cueva de los Verdes. Pranzo al Restaurante El Risco a Famara e tramonto sulla spiaggia della Caleta de Famara.

Giorno 3

Visita al Museo LagOmar, tappa alla Casa-Museo del Campesino. Pranzo a Teguise e tramonto al Charco de los Clicos.

Giorno 4

Visita al Parque Nacional de Timanfaya, Los Hervideros, pranzo al Restaurante Bogavante a El Golfo, tappa alle salinas de Janubio e relax fino al tramonto alla playa del Papagayo.

Giorno 5

Visita alla Casa Museo di César Manrique, Jardín de Cactus, Fundación César Manrique e tramonto ad Arrecife, sulla Playa del Reducto. Per finire cena a Playa Blanca al Kamezí Deli & Bistró.

Giorno 6

Riposo ad Haría e cena al Centro Cultural La Tegala.

Giorno 7

Gita in giornata a Isla La Graciosa e cena a La Puerta Verde ad Haría.

Giorno 8

Partenza da Haría, pranzo nella zona vitivinicola di La Geria. Traghetto da Playa Blanca e arrivo a Corralejo. Tappa alla Playa del Bajo de la Burra (“Popcorn Beach”) e alla Dunas de Corralejo al tramonto.

Giorno 9

Giornata di relax a Playa de Sotavento de Jandía

Giorno 10

Playa de Cofete e Villa Winter

Giorno 11

Mirador astronómico de Sicasumbre, pranzo al Restaurante Valtarajal di Betancuria, mirador de Morro Velosa, tappa veloce ad aguas vertes, tramonto al El Cotillo.

Giorno 12

Pranzo nel villaggio di pescatori di Pozo Negro, dunas de Corralejo e relax in una delle spiagge vicino alle Dunas.

Giorno 13

Partenza per Corralejo, breve sosta al Volcán Calderón Hondo. Arrivo a Playa Blanca nel pomeriggio, direzione Arrecife.

Giorno 14

Ritorno in Italia

Fuerteventura
Fuerteventura
La Lajita, Fuerteventura
La Lajita, Fuerteventura

Dove alloggiare

A Lanzarote le cittadine più popolari sono sicuramente Arrecife e la vicina Costa Teguise, Puerto del Carmen, Teguise e Playa Blanca. Qui i ristoranti e gli hotel non mancano, così come le attività e la vita notturna. Per spostarsi nell’isola è in ogni caso necessario utilizzare l’auto, quindi scegliere un alloggio “in città” per la comodità di non doversi spostare con la macchina viene un po’ meno.

Noi abbiamo deciso di alloggiare in un paesino fuori dalla ressa turistica, precisamente ad Haría, presso Casa Emblemática Villa Delmás, una casa emblematica, ovvero una casa tradizionale storica che è rimasta di proprietà della stessa famiglia per diversi secoli, risalente al XVIII secolo, inclusa nel Catalogo architettonico del governo delle Isole Canarie come casa monumentale per la sua architettura, i giardini e le personalità che vi hanno abitato (politici, medici, artisti come lo stesso César Manrique che trascorse qualche tempo nella casa invitato dai suoi proprietari e progettò la zona piscina e il forno).

Questo piccolo angolo di paradiso è stata una scelta azzeccata, nonostante la cittadina non offra molti svaghi, ma il piccolo appartamentino completo di cucina in cui abbiamo alloggiato si è rivelato perfetto: tranquillo, bellissimo e ad un prezzo ragionevole.

Per prezzi e disponibilità, clicca qui.

L’ultima notte a Lanzarote prima di prendere l’aereo abbiamo deciso di trascorrerla in un B&B a poca distanza dall’aeroporto, a Playa Honda, a pochissima distanza da Arrecife. Il nome della struttura è MAGMA Rooms Playa Honda che mi sento di consigliare sia per la comodità (unica pecca: il parcheggio in strada non è comodissimo), la vicinanza alla capitale e all’aeroporto, il prezzo ottimo, la pulizia e le stanze molto semplici, ma carine e curate nei minimi dettagli. 

Per prezzi e disponibilità, clicca qui.

Non posso parlare altrettanto bene del nostro soggiorno a Fuerteventura, per cui non consiglierò il nostro alloggio: un B&B in un paesino di pescatori del sud, molto rumoroso, non pulitissimo, dove abbiamo avuto la sfortuna di trovarci senz’acqua per una notte a causa di un guasto alla caldaia. Disguidi che possono accadere, ovviamente. C’è da dire che per questa stanza in un B&B disperso in una cittadina del sud (prenotando un mese prima della partenza per la settimana di Capodanno non abbiamo avuto grandissima scelta) ci è costata circa 50 euro a notte in due, quindi non ci si può lamentare troppo.

Casa Emblemática Villa Delmás
Casa Emblemática Villa Delmás
Casa Emblemática Villa Delmás
Casa Emblemática Villa Delmás

Cosa mangiare (e dove) a Lanzarote e Fuerteventura

Su cosa e dove mangiare a Lanzarote ho scritto un articolo molto dettagliato: Cosa mangiare (e dove) a Lanzarote: i miei consigli sui ristoranti dell’isola

Con Fuerteventura sono stata un po’ meno fortunata, molti dei ristoranti che volevamo provare erano chiusi o al completo, quindi ci siamo spesso arrangiati cenando in un carinissimo bar del paese dove i proprietari di origine tedesca ci coccolavamo a suon di pizza e spritz. 

L’unico ristorante che ho provato e che mi sento davvero di consigliare dell’isola è il Restaurante Valtarajal, un locale all’ingresso di Betancuria, dagli arredi semplici e il clima casereccio, dove abbiamo mangiato piatti della tradizione come le papas secondo ricetta della bisabuela (ovvero della bisnonna), polpette con riso e cipolle e una buonissima ración di Ropa vieja (letteralmenre “vestiti vecchi”, un piatto di origine povera, una specie di stufato in cui si cucinavano gli avanzi, di solito a base di ceci, carne e patate).

Restaurante Amanecer, Lanzarote
Restaurante Amanecer, Lanzarote
Restaurante Valtarajal, Fuerteventura
Restaurante Valtarajal, Fuerteventura

Quanto costa viaggiare alle Canarie: i conti in tasca

Qui parlo ovviamente della mia personale esperienza. Siamo partiti la settimana prima di Natale, quindi periodo di altissima stagione, prenotando aereo, auto e alloggi un mese prima della partenza.

Disclaimer: i prezzi sono indicativi, ma molto vicini alla cifra effettiva spesa

Aereo

Prenotando sul sito di Ryanair un mese prima della partenza, abbiamo speso 350 euro in due (20 euro andata, 80 euro ritorno da Milano Bergamo ad Arrecife + bagagli). Troppo? Troppo poco? Contando che ho visto biglietti per Fuerteventura a 350 euro solo andata a persona (senza bagaglio) per lo stesso periodo mi ritengo fortunata. L’ideale sarebbe prenotare in bassa stagione o, in alternativa, con qualche mese di anticipo per trovare biglietti davvero economici.

Auto

Per il noleggio dell’auto abbiamo speso 500 euro, per la benzina 150 euro per 4 pieni. Prenotando con maggiore anticipo avremmo potuto trovare una macchina ibrida e spendere molto meno di benzina (la benzina, in ogni caso alle Canarie costa 40-50 centesimi in meno al Litro rispetto all’Italia).

Traghetto

Per attraversare il sottile tratto di mare che separa Lanzarote da Fuerteventua abbiamo speso circa 120 euro in due, andata e ritorno, imbarcando l’auto.

Alloggi

Per il primo alloggio a Lanzarote abbiamo speso circa 600 euro in due per 7 notti, mentre per l’alloggio a Fuerteventura abbiamo speso 300 euro circa in due per 6 notti. Per l’ultima notte a Lanzarote abbiamo speso attorno ai 60 euro.

Cibo

In generale, le isole Canarie non sono particolarmente care, almeno rispetto all’Italia. Il prezzo dei piatti varia dal tipo di ristorante e dalla scelta del menu: un piatto di pesce fresco, indipendentemente dal locale, costerà di più rispetto a una tortilla o a un piatto di papas. Si può spendere 10-15 euro a testa mangiando tapas fino ad arrivare a 25-30 euro cenando con del buon pesce (vini esclusi) fino a spendere 80 euro per una cena con menu degustazione in un ristorante gourmet. Si può risparmiare ancora di più affittando un appartamento con cucina.

Kamezí Deli & Bistró a Playa Blanca, Lanzarote
Kamezí Deli & Bistró a Playa Blanca, Lanzarote
Pizza di Capodanno a Fuerteventura
Pizza di Capodanno a Fuerteventura

Cosa fare prima di partire

Situazione COVID-19 a dicembre 2021

Tutte le informazioni relative alla situazione COVID nelle Isole Canarie, sono disponibili sul sito holaislascanarias.com.
Sebbene le isole dell’arcipelago facciano parte della Spagna, hanno una certa autonomia sul fronte sanitario. Dato che le regole cambiano di giorno in giorno, è necessario informarsi attraverso il sito sopra indicato e su viaggiaresicuri.it per quanto riguarda le disposizioni per il rientro in Italia.

Internet

Facendo parte della Spagna, quindi dell’Unione Europea, le Isole Canarie sono coperte dal servizio di Roaming ed è possibile utilizzare i dati a seconda del proprio piano tariffario.

Assicurazione sanitaria

I cittadini membri dell’Unione Europea hanno diritto all’assistenza sanitaria gratuita nelle strutture pubbliche per la maggior parte delle prestazioni, presentando la Tessera Sanitaria. Dato che però ci troviamo in periodo COVID-19, potrebbe essere il caso di stipulare un’assicurazione sanitaria ulteriore. 

Le Isole Canarie offrono un’assicurazione sanitaria gratuita a tutti i turisti che visitano qualsiasi isola dell'arcipelago, con un soggiorno minimo di una notte e un massimo di 30 giorni, soggiornando in strutture turistiche regolamentate, e che hanno ottenuto un test PCR positivo per COVID-19 durante la loro permanenza nelle isole, così come come familiari accompagnatori, anche se questi familiari non risultano positivi.

La polizza comprende:

  • Spese mediche, chirurgiche, farmaceutiche e di ricovero per COVID-19
  • Trasporto o rimpatrio medico di feriti e malati da COVID-19
  • Spese per il prolungamento del soggiorno in albergo (compreso in caso di quarantena) 

Per i dettagli rimando a questo link: holaislascanarias.com/poliza-de-seguro-de-viaje-covid-19/ 

Pagamenti

Facendo parte della Spagna, nelle Isole Canarie si utilizza l’euro. I bancomat e i pos sono frequenti, tuttavia consiglio sempre di avere con sé un po’ di contanti per ogni evenienza.

Documenti

Altro consiglio sempre attuale: caricare tutti i documenti su Google Drive o su qualsiasi supporto consenta di avere documenti d’identità, biglietti, ricette mediche a portata di mano anche in caso di furto o di mancanza di internet. Questa è una regola d’oro che vale per qualsiasi viaggio in qualsiasi parte del mondo.

Spero che questo articolo vi sia stato utile. Qui c'è tutto quello che so e che avrei avuto bisogno di sapere prima di partire. Le Isole Canarie sono stupende e meritano una visita, io personalmente non vedo l’ora di vedere le altre isola dell’arcipelago.

Quindi, quando partiamo?


Questo articolo contiene dei link di affiliazione. Questo significa che, se deciderai di acquistare qualcosa, per te il prezzo non cambierà, ma io guadagnerò una piccola commissione.


Leave a comment

Comments powered by CComment

Elisabetta Marini

SMM and Content Creator, part-time mermaid, hopeless writer
Lover of whales, anatomical hearts and Sylvia Plath
Based in Italy

Subscribe to the Newsletter


FOLLOW MY JOURNEY